Cerca
Close this search box.

PREVENIRE IL MAL DI DENTI DURANTE I CAMBIAMENTI STAGIONALI

Come le allergie possono favorire il mal di denti durante il cambio di stagione

I cambiamenti stagionali, si sa, possono comportare alcuni disturbi di salute, ed il mal di denti è purtroppo uno fra questi. Ma quali sono in genere i sintomi che si avvertono durante il cambio di stagione?
Partendo dal presupposto che questi varino da persona a persona, in genere i cambiamenti stagionali portano con sé:

  • Stanchezza: molte persone sperimentano affaticamento e mancanza di energia durante il passaggio da una stagione all’altra.
  • Disturbi dell’umore: alcune persone possono sentirsi più ansiose, irritabili o tristi durante i cambi di stagione.
  • Problemi del sonno: l’allungamento o accorciamento delle giornate può influenzare il ritmo sonno-veglia, causando insonnia o sonnolenza eccessiva.
  • Disturbi gastrointestinali: alcune persone possono avere problemi digestivi, come gonfiore, stitichezza o diarrea.
  • Sistema immunitario indebolito: durante il passaggio dall’estate all’autunno, siamo più esposti alle infezioni da rinovirus, responsabili del raffreddore.
  • A questo elenco occorre aggiungere il possibile mal di denti, una sensazione dolorosa che non va mai sottovalutata, che può colpire uno o più denti, causando disagio e fastidio. Il mal di denti può avere diverse cause, tra cui carie, fratture, infezioni, traumi, erosione, bruxismo, gengiviti e parodontiti. Tuttavia, anche alcuni fattori esterni, proprio come i cambi di stagione, che spesso portano con sé allergie, possono influenzare la salute dei denti e provocare o aggravare il mal di denti.

I cambiamenti stagionali e il mal di denti: è anche questione di temperatura

I cambiamenti stagionali comportano delle variazioni delle condizioni climatiche e ambientali, che possono avere effetti sul nostro organismo e sulla nostra bocca. In particolare occorre prestare attenzione alle temperature. Le le temperature estreme, sia calde che fredde, possono infatti causare una maggiore sensibilità dentale, rendendo i denti più reattivi agli stimoli termici e ai cibi dolci. Questo può dipendere dalla contrazione e dall’espansione dei denti e dei materiali dentali, in risposta alle variazioni di temperatura, che possono esporre maggiormente i canali dentinali che conducono ai nervi.
Il caldo può favorire l’infiammazione cronica, che può peggiorare le condizioni delle gengive e dei tessuti di sostegno dei denti. Così facendo viene favorito lo lo sviluppo di malattie parodontali.
Infine, occorre ricordare che un altro nemico dei nostri denti è il freddo: il freddo può causare la rottura di vecchie otturazioni o protesi, che possono così lasciare i denti scoperti e vulnerabili.

Le allergie durante il cambio di stagione e il mal di denti: quale collegamento?

Le allergie sono delle reazioni immunitarie eccessive e anomale a sostanze che sono normalmente innocue, chiamate allergeni.
Gli allergeni più comuni durante i cambiamenti stagionali sono i pollini, ma in genere sono allergeni anche gli acari della polvere, gli animali domestici, gli alimenti ed i farmaci. Le allergie possono manifestarsi con sintomi come starnuti, naso che cola, prurito agli occhi, tosse, asma e orticaria.
Secondo alcuni studi, la stagione delle allergie sta diventando sempre più forte e più lunga a causa del cambiamento climatico, che aumenta la concentrazione e la durata dei pollini nell’aria.

Come possiamo prevenire e alleviare i sintomi delle allergie di stagione?

Per prevenire ed alleviare i sintomi delle allergie di stagione si possono adottare alcune accortezze:

  • Durante il cambio di stagione si consiglia di evitare l’esposizione ai pollini, soprattutto nelle ore più calde della giornata e quando il livello di polline è più alto.
  • E’ preferibile indossare occhiali da sole e mascherine quando si esce all’aperto, per proteggere gli occhi e le vie respiratorie dai pollini.
  • Lavarsi spesso le mani, il viso e i capelli, per rimuovere i pollini che si depositano sulla pelle e sui capelli.
  • Tenere le finestre chiuse in casa e in auto, per evitare che i pollini entrino negli ambienti chiusi.
  • Ridurre il contatto con altri allergeni, come gli acari della polvere, le muffe, gli animali domestici, il fumo di sigaretta, che possono aggravare i sintomi delle allergie di stagione.
  • Seguire una dieta equilibrata, ricca di frutta e verdura, che apportano vitamine, antiossidanti e antinfiammatori naturali, utili a contrastare le allergie. Bere molta acqua, per idratare le mucose e favorire l’eliminazione dei pollini. Evitare gli alimenti che possono causare reazioni crociate con i pollini, come le noci, le mele, le pesche, le ciliegie, i kiwi, le carote, il sedano, il finocchio.

Le allergie possono influire anche sulla salute orale e causare mal di denti

Il collegamento fra allergie e mal di denti può manifestarsi in diversi modi:

  • Durante i cambi di stagione, la congestione nasale e la produzione di muco in eccesso possono causare secchezza nella bocca, riducendo la produzione di saliva che è invece fondamentale per la protezione dentale. La saliva infatti aiuta a neutralizzare gli acidi prodotti dai batteri e a prevenire la formazione della placca. Una bocca secca può quindi aumentare il rischio di carie, malattie gengivali e alitosi.
  • I cambiamenti stagionali e le allergie spesso portano ad infiammazione dei seni paranasali, le cavità situate vicino ai denti superiori. L’infiammazione dei seni paranasali dovuta ad allergia può causare mal di denti perché viene esercitata una maggiore pressione sui nervi dentali, causando dolore e sensibilità.
    Questo fenomeno è chiamato sinusite odontogena, e può spesso essere confuso con un’infiammazione della polpa dentale, chiamata pulpite. Per distinguere le due condizioni, si può provare a inclinare la testa in avanti o a saltare: se il dolore aumenta, è probabile che si tratti di sinusite. In ogni caso è comunque indicato non sottovalutare mai il mal di denti e sottoporsi ad una visita di controllo dal proprio dentista.
  • Inoltre i cambiamenti stagionali e le allergie ad essi collegati possono causare mal di denti se si assumo i farmaci antiallergici, come gli antistaminici e i decongestionanti. Alcuni di questi farmaci, infatti, possono causare secchezza della bocca, con le stesse conseguenze già descritte sopra in caso di xerostomia. Inoltre, come se non bastasse, al di là del mal di denti, alcuni farmaci possono interagire con i materiali dentali, causando reazioni avverse o alterazioni della colorazione dei denti.

Come prevenire il mal di denti durante i cambiamenti stagionali e l’insorgere delle allergie?

Abbiamo già elencato come si possa difendersi il più possibile dalle allergie. Per prevenire il mal di denti durante i cambiamenti stagionali e le allergie, però, è importante seguire altri semplici consigli.

Vediamo insieme come prevenire il mal di denti durante i cambi di stagione:

  • Mantenere una buona igiene orale, spazzolando i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro e usando il filo interdentale per rimuovere i residui di cibo e la placca batterica. Si può anche usare un collutorio antibatterico per rinfrescare l’alito e prevenire le infezioni.
  • Usare un dentifricio specifico per i denti sensibili, che contiene ingredienti che aiutano a bloccare i canali dentinali esposti e a ridurre la trasmissione dei segnali nervosi. Si può anche applicare un gel desensibilizzante sui denti prima di andare a dormire o di uscire all’aperto.
  • Evitare di assumere alimenti e bevande troppo caldi o freddi, che possono scatenare il dolore ai denti sensibili. Preferire alimenti morbidi e a temperatura ambiente. Evitare anche gli alimenti troppo zuccherati, acidi o duri, che possono danneggiare lo smalto dei denti e favorire la carie.
  • Bere molta acqua, per mantenere la bocca idratata e stimolare la produzione di saliva. Si possono anche masticare gomme senza zucchero o succhiare caramelle per aumentare il flusso salivare. Evitare inoltre le bevande alcoliche, gassate o caffeinate, che possono disidratare la bocca e irritare le gengive.
  • Trattare le allergie il prima possibile, consultando un medico o un allergologo. E’ importante seguire la terapia prescritta e segnalare eventuali effetti collaterali. Se i farmaci antiallergici causano secchezza della bocca, infatti, si può provare a cambiare il tipo di farmaco o a ridurre la dose, sempre sotto controllo medico.
  • Proteggere i denti dal freddo, indossando una sciarpa o un cappuccio che copra la bocca quando si esce all’aperto. Si consiglia inoltre di evitare di respirare con la bocca e di mordere oggetti freddi, come ghiaccioli o caramelle ghiacciate.
  • Sottoporsi a controlli dentali regolari, almeno ogni sei mesi, per verificare lo stato di salute dei denti e delle gengive. Inoltre sarà opportuno rivolgersi al dentista al primo insorgere del mal di denti non sottovalutandolo. Durante il controllo il dentista potrà effettuare una pulizia professionale, rimuovendo il tartaro e la placca, ed eventualmente applicare dei sigillanti o delle vernici al fluoro per rinforzare i denti. Il dentista potrà anche rilevare eventuali problemi dentali, come carie, fratture, infezioni o malattie parodontali, e trattarli tempestivamente, prima che causino dolore o complicazioni.

Seguendo questi consigli per prevenire il mal di denti durante i cambiamenti stagionali, si potrà preservare la propria salute orale in ogni stagione, e… sarà sempre primavera per il nostro sorriso!

Torna in alto

Hai un'urgenza o vuoi prenotare un appuntamento nel nostro studio dentistico?

Gli Studi Dentistici Buongiorno sono l’eccellenza nell’ambito odontoiatrico a Montecatini Terme, chiamaci per prenotare il tuo spazio dedicato e lascia che il tuo sorriso torni a splendere.