Cerca
Close this search box.

L’IMPIANTO DENTALE ALL ON FOUR: I VANTAGGI RISPETTO ALL’IMPLANTOLOGIA DENTALE TRADIZIONALE

Grazie all'impianto ALL ON FOUR, con solo quattro impianti puoi riabilitare l’intera arcata dentale

L’impianto dentale fisso su 4 impianti All on four è una soluzione efficace per chi desidera una protesi stabile e funzionale e presenta molti vantaggi rispetto all’implantologia dentale tradizionale. All on four è un protocollo di riabilitazione dentale che coinvolge l’utilizzo di quattro impianti dentali per supportare una protesi fissa, sviluppato dal dottor Paulo Malò nel 2003.

Ma come funziona l’impianto dentale All on four?

Partiamo con il dire che questo tipo di implantologia è indicata soprattutto in situazioni in cui l’osso del paziente sia di buona qualità e l’arcata dentale abbia volumi e densità ossea insufficienti per più impianti.
In questi casi, grazie al metodo All on four, gli impianti sono alloggiati all’interno dell’osso ma con un’inclinazione differente rispetto a quanto accade con l’implantologia dentale tradizionale. Gli impianti nel settore frontale sono infatti posizionati parallelamente tra loro e all’immaginario asse del dente; quelli posteriori, invece, vengono inseriti con un’inclinazione che varia tra i 30° ed i 45°.
Il cuore della tecnica sta proprio qui: grazie alla particolare inclinazione dei due impianti laterali si può sfruttare la migliore qualità dell’osso delle regioni anteriori, e questo permette agli impianti di essere stabili. L’inclinazione degli impianti posteriori presenta, poi, grandi vantaggi in quanto permette di salvaguardare le strutture anatomiche nobili delle arcate mascellari vale a dire il nervo alveolare inferiore nella mandibola ed il seno mascellare nella mascella.

A cosa prestare attenzione quando si decide di ricorrere all’impianto dentale All on four?

  • Innanzi tutto il medico implantologo avrà cura di verificare la stabilità primaria. Gli impianti, infatti, devono integrarsi correttamente nel tessuto osseo del paziente. La stabilità primaria è dunque essenziale per il successo a breve e lungo termine, e per garantirla è necessario che preventivamente il medico abbia valutato l’osso del paziente come di buona qualità, al fine di consentire il cosiddetto “carico immediato” sulla protesi. Per carico immediato si intende che durante una sola seduta vengono inseriti quattro impianti dentali. Questi impianti fungeranno da “gambe” per sostenere la protesi definitiva.
  • Oltre alla verifica della stabilità primaria per garantire la durevolezza degli impianti, nell’implantologia dentale All on four è necessario verificare che il posizionamento degli impianti sia “strategico”. I quattro impianti, infatti, con questo protocollo vengono inseriti con un’inclinazione angolata. Questo accade per consentire di sfruttare al meglio l’osso disponibile, evitando di coinvolgere i nervi mandibolari ed i seni mascellari. Inoltre è proprio grazie a questo posizionamento angolato che si ottengono maggiore stabilità e sicurezza una volta inserita la protesi.
  • Ed ecco il terzo fattore fondamentale a cui prestare attenzione nell’implantologia dentale All on four: la protesi. La protesi viene fissata sugli impianti nella stessa seduta in cui si esegue l’intervento e questo consente al paziente di poter tornare a sorridere in 24 ore. Una volta montata la protesi sui quattro impianti dentali, la funzione masticatoria viene infatti immediatamente ripristinata con un’equa ed ottimale distribuzione delle forze masticatorie su ogni impianto. Ma non è coinvolta positivamente solo la funzione masticatoria: anche la fonazione risulta migliorata dall’impianto dentale grazie al posizionamento dei denti mancanti.

Quali sono le fasi dell’impianto dentale All on four?

  1. La diagnosi. In questa fase il medico odontoiatra può valutare se il paziente possiede i necessari requisiti per potersi sottoporre ad un intervento di implantologia in assoluta sicurezza. In questa fase generalmente il medica fa una TAC per poter valutare la quantità di osso presente su cui inserire gli impianti. Sempre in questa fase vengono prese delle impronte per poter realizzare un modello di studio. Questa prima fase diagnostica è inoltre indispensabile perché consente al medico di valutare se occorrano altri necessari trattamenti preliminari prima dell’intervento.
  2. Estrazione e posizionamento di protesi provvisoria. Questo è il momento della vera procedura chirurgica: vengono estratti eventuali denti e vengono posizionati ed inseriti i quattro impianti che saranno il sostegno della protesi dentale. Se la forza di avvitamento degli impianti si rileva sufficiente, saranno inseriti del monconi. La nuova dentatura provvisoria sarà quindi regolata per poter garantire al paziente la miglior occlusione possibile anche in termini di comfort.
  3. La protesi definitiva. Nel periodo successivo il paziente riceve la protesi definitiva, appositamente realizzata per lui sulla base dell’anatomia della sua bocca per soddisfare sia le esigenze estetiche che quelle funzionali alla masticazione ed alla fonazione. Fino al momento in cui gli impianti non risultano perfettamente integrati all’osso e le gengive non sono guarite, il medico odontoiatra continua a seguire il paziente.

Quali sono i reali vantaggi dell’impianto dentale All on four rispetto all’implantologia dentale tradizionale?

I principali vantaggi dell’impianto dentale All on four sono:

  1. Minima Invasività. L’impianto dentale All on four è un trattamento implantologico mininvasivo e cioè non è da intendere come un intervento chirurgico di grande invasività in quanto consente di tornare dopo poche ore a sorridere, mangiare e parlare con tutti i vantaggi connessi all’aver recuperato i denti mancanti, anche dal punto di vista estetico.
  2. Risultati Efficaci. L’impianto dentale All on four restituisce realmente tutti i benefici di un sorriso completo garantendo, sebbene con un ridotto numero di impianti, una grandissima stabilità ed una lunga durata nel tempo.
  3. Carico Immediato. L’impianto dentale All on four si definisce a carico immediato e ciò significa che in una sola seduta il paziente può utilizzare la protesi subito dopo l’intervento.

Raffrontando questo tipo di impianto ed i suoi benefici all’implantologia dentale tradizionale possiamo dire che

  • l’impianto All on four non necessita di innesti ossei: anche i pazienti con una ridotta quantità di osso possono riacquistare una dentatura completa e funzionale, evitando procedure di rigenerazione ossea che, invece, si rendono necessarie in alcuni pazienti che devono ricorrere all’implantologia tradizionale.
  • Veniamo poi alle tempistiche: l’implantologia a carico immediato immediato prevede l’inserimento dei denti fissi subito dopo il posizionamento degli impianti. L’impianto dentale tradizionale, invece, necessita di circa tre mesi per poter inserire la protesi dopo aver messo gli impianti nell’osso.

Ci sono casi in cui 4 impianti All on four non sono sufficienti?

Esistono casi in cui l’impianto All on four, vale a dire i 4 impianti, non è sufficiente e se ne rendano necessari sei. Esistono alcuni casi infatti, specie per quanto riguarda problematiche all’arcata superiore, in cui l’osso necessario per l’inserimento dell’impianto non è sufficiente a garantire la stabilità con soli quattro impianti. Per questo è stato sviluppato un altro protocollo, l’All on 6. Con sei impianti, la protesi è ancor più stabile, specie in caso di scarsità di osso disponibile. Ovviamente, la scelta tra All on four e All on 6 dipende dall’anatomia del paziente e dalla qualità dell’osso, ma entrambe le opzioni sono una soluzione duratura per chi deve reinserire denti fissi.

Quanto dura un impianto dentale a carico immediato?

A livello strutturale, se un impianto All on four è stato inserito correttamente con una buona saldatura all’osso, la durata è estremamente lunga. Sulla durata dell’impianto dentale, intendendo con essa anche le protesi, tuttavia, incide sensibilmente lo stile di vita del paziente comprensivo non solo delle sue abitudini alimentari ma anche della sua igiene orale. E’ essenziale, ad esempio, per un mantenimento dell’impianto il più longevo possibile, che una buona igiene orale quotidiana sia accompagnata da periodiche visite di controllo. Inoltre è indicato scegliere cibi morbidi e non bollenti, evitare di fumare e di assumere grandi quantità di alcolici o di bibite e bevande, come troppi caffè o vino rosso, che possano macchiare o scurire le protesi.

Parola d’ordine: prevenzione.

Torna in alto

Hai un'urgenza o vuoi prenotare un appuntamento nel nostro studio dentistico?

Gli Studi Dentistici Buongiorno sono l’eccellenza nell’ambito odontoiatrico a Montecatini Terme, chiamaci per prenotare il tuo spazio dedicato e lascia che il tuo sorriso torni a splendere.